I giovani arabi dietro la cinepresa. Riparte lo Yalla Shebab Film Festival

Nell’immaginario occidentale il mondo arabo è spesso accostato a conflitti militari e terrorismo. Ovviamente non c’è solo questo. Lo scenario dei paesi arabi è caratterizzato da una fervente crescita culturale e artistica, sopratutto cinematografica. Lo Yalla Shebab Film Festival, giunto alla sua terza edizione, ha come obiettivo anche quello di far conoscere questo mondo “sommerso” agli occhi degli italiani e leccesi nello specifico.

L’evento rappresenta l’unica kermesse cinematografica europea dedicata ai giovani del mondo arabo, una finestra sulle nuove tendenze artistiche dei protagonisti del cambiamento del panorama culturale e sociale della riva sud del Mediterraneo. Due sono i paesi su cui si concentrerà il festival: l’Iraq nel decennale dalla Prima Guerra del Golfo, e l’Italia, riservato ai giovani talenti nostrani, mostre fotografiche, anteprime letterarie, performance artistiche e musicali. Il tutto all’insegna della contaminazione e confronto culturale tra le due sponde del Mediterraneo.

In programma dal 3 al 6 ottobre 2013 al Cineporto di Lecce e alle Manifatture Knos, il Festival accoglierà molti ospiti internazionali, tra registi e artisti, per una quattro giorni di proiezioni, performance artistiche e musicali, reading letterari, mostre fotografiche e street art. Secondo Francesca Manfroni dell’ufficio stampa dell’evento il Festival ha anche un altro merito: quello di aver contribuito a rendere efficace l’immagine della Puglia come capitale della cultura. Mille Eventi Nell’Aria, che ha partecipato al bando Principi Attivi della Regione Puglia ‘I ragazzi libanesi e palestinesi si raccontano attraverso il cinema’, ha ricevuto il patrocinio della Regione, dell’Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce e dell’Apulia Film Commission, in collaborazione con le Manifatture Knos, l’associazione Al-jana e Beirut DC, media partner Osservatorio Iraq – Medioriente e Nordafrica.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *