L’Afghanistan italiano

Ieri sera a Trepuzzi Riccardo Iacona ha ricevuto il Premio Giornalistico Maurizio Rampino “alla carriera”. Durante la cerimonia è stato intervistato da Pierpaolo Lala, vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti della Puglia, sul lavoro di inchiesta che ha portato alla pubblicazione del libro “Se questi sono uomini”, edito da Chiarelettere e alla realizzazione della puntata “Strage di donne” di Presa Diretta.

Riferendosi ai continui atti di violenza contro le donne che si verificano in Italia (nel 2011 sono stati commessi 137 “femminicidi”), Riccardo Iacona ha parlato di una “emergenza” che non ha eguali negli altri paesi europei. Qual è la radice del problema,si è chiesto il giornalista, qual è la causa di questa peculiarità italiana?

La risposta individuata da Iacona sta nelle omissioni da parte di istituzioni, parti politiche e media, che negli ultimi anni hanno rimosso gli interventi di contrasto alla violenza sulle donne dall’agenda dei provvedimenti concreti o hanno ceduto – ed è il caso della stampa – a brutali semplificazioni di fatti lontani che sarebbe bene non raccontare più come disgrazie o, peggio, delitti “passionali”.

Ancora una volta la radice di una delle maggiori emergenze italiane è culturale. Il primo passo verso la soluzione, secondo Iacona, si riuscirà a muoverlo nel momento in cui gli stessi italiani la riconosceranno come tale.

Ecco il video dell’intervento di Riccardo Iacona ieri sera a Trepuzzi:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *