Montagne di alghe

Quattro giorni fa i carabinieri del Noe hanno sequestrato le “montagne di San Cataldo”, ovvero i 25mila metri cubi di alghe e rifiuti di ogni tipo ammassati da tempo nei pressi dell’imboccatura del porto. Il reato ipotizzato è gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi. Le indagini sono in corso per accertare le responsabilità e i Carabinieri stanno acquisendo il materiale documentativo presso il Comune di Lecce. L’area non è mai stata bonificata nonostante il Comune, si legge su Ansa.it, abbia ricevuto uno stanziamento di 80.000 euro per lo smaltimento.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *