STORMY MONDAY #25 – Piogge e (e)venti

«Era una settimana di pioggia» è un buon modo per iniziare una storia, forse anche per finirla.

Non impariamo mai. Come Miami, per la quale “l’inverno non esiste, è solo un’estate più fresca”, anche noi abitanti del tacco d’Italia facciamo fatica, nonostante sia novembre inoltrato, ad accettare il fatto che in questa stagione può far freddo e piovere. Continuiamo imperterriti a organizzare rassegne rigorosamente all’aperto, senza prendere minimamente in considerazione la situazione atmosferica. E così ecco decine di feste, fiere e sagre, e eventi musicali di ogni genere, rimandati, cancellati e rovinati da pioggia e vento.

Il Salento è insomma una terra che il maltempo proprio non lo concepisce.

A parte ciò, o magari proprio in ragione di questo, “osservando Musica e Salento” in questa settimana, si è avuta l’impressione che un po’ mancasse quella naturale voglia di fare, di organizzare, di partecipare, che di solito fermenta nel nostro territorio.

Quella appena passata è stata la Settimana del Baratto. Avremmo almeno potuto, ad esempio, scambiare le selezioni ufficiali di “Uomini e Donne” e le innumerevoli esibizioni di tribute band che imperversavano questo fine settimana nel Salento con qualcos’altro. Ma forse, considerandone il valore, a quel prezzo poco ne avremmo avuto in cambio…

Parlando di ricorrenze della settimana, festeggiamenti parzialmente rovinati dal maltempo anche per i musicisti che hanno omaggiato, più o meno religiosamente, Santa Cecilia, loro santa protettrice.

Un po’ meglio è andata invece agli organizzatori della settimana barese dedicata al centenario della nascita e ventennale della scomparsa di John Cage. La rassegna Time Zones ha celebrato con un discreto successo di pubblico il John Cage Memorial Cage, ideato da Emanuele Arciuli, con l’orchestrazione del compositore statunitense Rhys Chatham. Concerti, proiezioni, mostre e conferenze, che hanno visto coinvolti musicisti, studiosi e artisti provenienti da tutto il mondo, per rendere omaggio alla “lucida follia” del compositore americano che ha cambiato il modo di pensare la musica contemporanea.

Da segnalare poi qualche appuntamento intelligentemente pensato al chiuso, forse anche per la risonanza pubblicitaria che ne poteva derivare. La Fondazione Città del Libro di Campi Salentina ha presentato alle Officine Cantelmo di Lecce la rassegna FolkBooks, un evento dedicato alle produzioni culturali nate intorno alla musica di tradizione. Tra gli ospiti intervenuti, musicisti e danzatori protagonisti della scena musicale popolare salentina e pugliese, ma anche ricercatori, editori ed etnomusicologi provenienti da tutta Italia. Di particolare rilevanza la presentazione del testo – a opera di Sergio Blasi – della legge regionale sulla musica popolare pugliese.

Primo appuntamento, inoltre, della rassegna musicale curata da Gigi Colaci Il Club dell’Ascolto, appuntamento che con cadenza mensile «ospiterà dj e selecta che guideranno il pubblico verso l’ascolto, ripercorrendo un tempo, quello del vinile, che porta con sé un’affettività e una gestualità che gli attuali sistemi digitali di riproduzione del suono, più precisi ma freddi, non consentono più». L’invito dunque, rivolto a tutti, è quello di portare con sé nei prossimi incontri un buon disco da ascoltare insieme.

Di rilievo, infine, il passaggio dei Soviet Soviet, una delle band più amate della scena indie italiana, all’Istanbul Cafè di Squinzano, e il jazz di Alessandro Paternesi – batterista tra i più ricercati del momento – e del suo P.O.V. Quintet andato in scena al Livello Undiciottavi di Trepuzzi.

A prescindere dalla pioggia invece, qualche notizia riguardante la rilevanza della musica proveniente dal Salento nei circuiti nazionali e internazionali. La Fondazione Ico Tito Schipa di Lecce avrà quest’anno l’onore di eseguire il tradizionale concerto di Natale in Terra Santa, rappresentando così l’Italia e soprattutto il nostro territorio nel mondo. La band salentina BandAdriatica, di recente esibitasi per la rassegna FiloBlues ideata in collaborazione con questo blog, si è qualificata, con il videoclip di “Arriva La Banda”, primo singolo estratto dall’omonimo album, tra i trenta finalisti del Premio Videoclip Indipendente 2012. La cantante ostunese Silvia Anglani, infine, è tra i sessanta giovani ammessi alle selezioni per la partecipazione al Festival di Sanremo 2013, per il quale presenterà il brano “Doppiosogno” del compositore leccese Gabriele Rampino.

Pioggia o meno, comunque, anche questa settimana è passata. Che poi in effetti, piovosa lo è stata solo per metà. Ma come si finisce per ricordare una persona solo per quella volta in cui ci ha fatto del male nonostante ci sia stata amica una vita intera, così di questa settimana non si dirà dei bei giorni in cui si passeggiava per strada cercando di farsi scaldare dalle poche zone al sole, o dei colori quasi irreali che assumeva il cielo nuvoloso al tramonto, ma solo e soltanto che «era una settimana di pioggia».

Silvia Resta

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

One thought on “STORMY MONDAY #25 – Piogge e (e)venti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *