La convention delle webtv

Oggi pomeriggio alle 15.30 tutti i dialetti pugliesi saranno rappresentati alle Officine Cantelmo. Una vera e propria Torre di Babele local: dal lucerino al galatinese. Per la prima volta tutte le televisioni distribuite prevalentemente su Internet, che operino nella nostra regione, si incontreranno in un solo luogo e cercheranno di definire una linea comune su come si debbano definire entità come “purchiddrhuzzi” o “ncarteddhrate”. Ma soprattutto come rappresentare sempre meglio la realtà e fare una concorrenza spietata alle emittenti tradizionali. Padrona di casa sarà SalentoWebTv, coadiuvata dal Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione dell’Università del Salento e dal SaLUG, il gruppo di utenti Linux ufficiale del nostro territorio.

***

Ben tre delle dieci tappe del circuito golfistico italiano “Pilsner Urquell” si disputeranno in Puglia. Dal 7 al 10 luglio, anche fra il green, i bunker e le buche del Golf & Country Club di Acaya (a un passo da Lecce).
Sempre più pugliesi scelgono il golf come sport di riferimento, quando si tratta di far avverare il noto detto inglese “per praticare il/lo/la ….. essere stupidi non è necessario, ma aiuta” (sostituire i puntini con uno sport con barriere socioeconomiche a scelta). Un tempo quei puntini erano il tennis, ma la cosa reggeva solo fino a un certo punto, perché era praticamente uno sport per tutti, a patto di essere abbastanza intraprendenti (o pigri, visti i costi dei campi).

***

La rubrica “Prime pagine” del nostro direttore Pavone miete sempre più vittime nelle tendenze all’imparzialità da parte dei direttori dei maggiori quotidiani locali. E’ bastato far riferimento en passant ai ridotti margini di opinionismo del “Nuovo Quotidiano di Puglia”, nella puntata di ieri, che Claudio Scamardella ha deciso di dedicare alla faccenda di Manduria e di Mantovano un coraggioso contributo, che è stato pubblicato online ieri mattina, col titolo: “Gesto di dignità nella politica degli egoismi”. In rosso “scattuso”, prima del titolo: “L’editoriale del direttore”.
Un highlight: “Mantovano ha avuto il coraggio dell’impopolarità nella sua terra”.

***

Mai lasciarsi “male” con un consulente commerciale di Manfredonia. Bisogna cercare di salvare il salvabile, anche mentire. Magari fare semplicemente come devono fare anche a Montenero di Bisaccia (patria di Antonio di Pietro e della fanciulla di cui vi stiamo per parlare): tenere il piede in due scarpe per tutto il tempo necessario. E invece il consulente (45enne), mollato sul più bello, ha creato un profilo personale falso su Facebook e lo ha riempito di foto osé della sua amata. “Se non puoi essere mia devi essere di tutti, almeno a livello iconografico”, deve aver pensato, mentre veniva arrestato anche per stalking, oltre che per violazione della privacy e diffamazione dalla Polizia di Termoli.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *