“Maltrattamento di animali”: la Procura sequestra il canile sanitario del Comune

Questa mattina alle 9.15 i militari del Corpo forestale dello Stato hanno eseguito una ordinanza di sequestro preventivo del canile sanitario di Lecce.  Il 3 febbraio scorso questo giornale ne aveva descritto le scandalose condizioni, certificate dalla Asl di Lecce come pericolose per la salute degli animali e degli addetti che vi lavorano.  Il Gip Cazzella, che ha disposto il sequestro, ha consentito alla associazione Nuova Lara di mantenerne la gestione e di curare il trasferimento degli animali nel canile “Rifugio di Aura”, di proprietà della stessa associazione, che rispetta le norme di legge e che l’amministrazione comunale non aveva mai preso in considerazione neanche per smaltire con la dovuta urgenza una vera e propria emergenza sanitaria.

I reati che il pm Valeria Mignone ha ipotizzato, e che il gip ha attribuito per il momento a carico di ignoti in attesa che gli autori vengano identificati, sono “maltrattamento di animali” e “omissione di atti d’ufficio”. Per ciò che concerne il primo il Tribunale si rifà alle condizioni di degrado e di sofferenza degli animali (il canile ha una capienza massima di 40 posti e vi sono alloggiati 154 cani) riscontrate dal Corpo Forestale dello Stato in un sopralluogo effettuato il 24 gennaio e dai veterinari della Asl a più riprese. Si legge nel decreto di sequestro:

“Gli animali in esubero non sono ospitati nei box ma in locali non idonei allo scopo e destinati ad altra funzione quali i bagni, gli uffici, l’ambulatorio, i corridoi, il vano scala, il terrazzo; molti cani, inoltre dimorano in tale struttura da diversi anni, in violazione del disposto che prevede il trasferimento, entro 60 giorni dal primo ricovero, negli appositi ‘canili rifugio’

[…] nell’atrio dimorano 20 cuccioli che potrebbero diffondere malattie infettive e parassitarie e vi sono altri animali affetti da lesmaniosi  che dovrebbero essere tenuti in box di isolamento, dei quali ovviamente la struttura è priva”

Per ciò che riguarda il reato ipotizzato di “omissione di atti d’ufficio”, il decreto individua in primis nel Comune di Lecce il responsabile di una emergenza che si protrae da anni e che nonostante le varie sollecitazioni da parte dell’Asl, l’Ente avrebbe ignorato:

“Nonostante i vari solleciti dell’Asl nel corso degli anni,  l’amministrazione comunale non solo non ha provveduto a imporre una gestione del canile secondo i criteri previsti dalla normativa di settore ma ha anche omesso di effettuare gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinario necessari per evitare che la strutture diventasse fatiscente e persino pericolosa sia per gli animali che per il personale. A riguardo è sufficiente richiamare la recente nota 5.2.13 inviata dall’associazione Nuova Lara e le varie segnalazioni Asl già a partire dal lontano 2003, evidentemente mai prese in debita considerazione dai competenti organi del Comune”

In queste ore i volontari dell’associazione “Nuova Lara” insieme agli addetti della Asl di Lecce stanno trasferendo i cani del sanitario verso il “Rifugio di Aura”. Ecco una gallery risalente ai primi di febbraio del canile sanitario:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

3 thoughts on ““Maltrattamento di animali”: la Procura sequestra il canile sanitario del Comune

  1. dove l'amministrazione comunale e i politici falliscono, riescono invece i cittadini. 20centesimi in prima linea…Grandi ragazzi!

  2. scusate se approfitto di questa notizia, ma non leggo da qualche giorno il dott. Turrisi.Festeggia ancora il successo la lui annunciato del PD ed il disastro anch'esso annunciato del centrodestra? la primavera è alle porte e meno male " ca ne sciamu allu bacino grande".

  3. Che vergogna!!! e poi rompono le balle al circo? gli animali nel circo non hanno di questi problemi,i circensi amano i loro animali,e ne conservano le specie,anche per che in natura tra un po non ce ne saranno più,e poi i loro animali sono nati in cattività da più di 500 anni,il circo ormai e il loro vero habitat ,dove si sentono al sicuro amati e coccolati,proprio come facciamo con i cani,che poi l'apartamento non e certo il loro habitat,riscaldamenti aria condizionata e pericoli domestici ecc…..Lo trovo d'avvero drammaticamente ridicolo…hahahaha animalisti animalari,poi alla fine sempre in gabbia tengono gli animali,boooooo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *