Le ultime email di Wojtek Pankiewiz

20120324-204536.jpgA nulla è valso l’appello che 20centesimi aveva pubblicato qualche tempo fa, non appena si era diffuso fra la popolazione del capoluogo salentino il sinistro presagio per cui Wojtek Pankiewicz, alle Comunali leccesi, non si sarebbe ricandidato. Evidentemente l’istinto dei leoni di Polonia avverte con più sicurezza rispetto a quello dei leoncini di Lecce Lecce, quando giunge il momento di lasciare la vita da predatori nella savana, da consiglieri comunali alfa, per la tranquillità della foresta.

In questa atmosfera di panico e di metafore alla voce fuori campo di Quark, siamo giunti all’ultimo comunicato stampa da consigliere di Pankiewicz. L’epilogo del lungo, straordinario romanzo epistolare di cui ci ha voluto fare dono. È stato uno dei Wojtek più modesti e sobri di sempre quello che ieri sera ha preso commiato dalle caselle di posta elettronica della stampa salentina. Una decisione che cambierà le abitudini di tanti colleghi che, nel corso del tempo, avevano predisposto appositi filtri ed etichette alle loro mail redazionali, per impedire ai messaggi provenienti da Pankiewicz di essere confusi con gli altri; oppure, in qualche caso, di essere letti.

D’ora in avanti quei filtri saranno un po’ più vuoti e quelle caselle molto più ordinarie.

Nel corso del comunicato, che riprende pari pari un post comparso poche ore prima sul suo profilo Facebook, (a riprova del fatto che potrebbe essere socialmediale la foresta in cui il felino in questione si starebbe ritirando), Pankiewicz ha ribadito, documenti alla mano il suo ruolo preminente all’interno dell’aula consiliare di Palazzo Carafa. Ma che dico preminente: il migliore.

Sono stato il consigliere più produttivo avendo protocollato 53 oggetti tra mozioni, interpellanze e domande di attualità (come è possibile verificare dai due elenchi ufficiali allegati alla presente), di cui 31 evasi e 22 rimasti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale, che non è riuscito a smaltire tutti gli atti prodotti.

Pankiewicz, il politico tanto attivo da intasare la burocrazia di palazzo, prosegue ricordando gli altri due consiglieri che, con lui, occupano il podio della produttività a Palazzo Carafa:

Secondo classificato è l’on. Antonio Rotundo con circa 50 oggetti protocollati e terza è la consigliera Angelamaria Spagnolo con circa 40 oggetti protocollati.

Perfino noialtri ventesimali siamo stati onorati da una menzione d’onore in questo storico scritto (nella hall of fame delle battaglie pankiewicziane contro i mulini a vento della “normalità”, fra i trofei della questione “Lecce salotto urbano” e quella in difesa delle vera essenza delle feste patronali, l’affair 20centesimi-rassegna stampa perroniana occupa un ruolo di tutto rispetto e se volete rinfrescarvi la memoria, ecco il video). Non possiamo dunque che salutare con un certo rammarico una figura che ci ha regalato tante occasioni di scrivere, ridere, divergere dalla retta via del giornalismo locale “come si deve”. Ma lo salutiamo anche senza rimpianti, avendo perso solo di rado un’occasione di raccontare quanto la biodiversità politica di figure come quella di Pankiewicz possa dare a una scena politica atrofica, asfittica, amorfa come quella leccese. E non abbiamo voluto perdere neanche questa.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

One thought on “Le ultime email di Wojtek Pankiewiz

  1. GIOVA, MA IO CI SONO ANCORA !
    Giovanni carissimo, ma io ci sono ancora per due ragioni:
    1) Ho solo confermato che non mi ricandido. Come ho promesso, rimango invece in prima linea nella battaglia elettorale per dare il mio contributo per voltare pagina al Comune di Lecce, avviando, insieme ai miei amati comcittadini, una nuova stagione politica, una Primavera leccese.
    2) Il destino è stato con me assai generoso e ha consentito che io, in più di un'occasione, abbia potuto essere oggetto della tua incomparabile, impareggiabile, unica arguzia. Mi sono detto, perciò, che restando in politica potevo osare sperare che prima o poi tu potessi ancora degnarmi di un tuo articolo da poter subito twittare e condividire sulla mia pagina facebook, scatenando così la mia gioia, che è cosa ben più elevata del semplice piacere.
    Pertanto, tranquillizati, lo "straordinario romanzo epistolare" riprenderà già domani mattina con la diffusione di una nota che ho già scritto un attimo prima di leggere il tuo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *