Matteo Pisacane, il nuovo volto di (Diva)FuturaTv

Una delle rivelazioni del coté sportivo del nostro panorama giornalistico è senza dubbio Matteo Pisacane (nella foto, mentre intervista Matteo Bottazzo sulla metaforicità della minestra riscaldata nel caso Božinov). In forza a FuturaTv, Pisacane si è fatto notare da subito, e non solo per il suo talento, ma anche per le due piccole rivoluzioni che ha apportato alla tradizione in cui si è inserito.

Da un lato, Matteo ha interrotto l’usanza secondo cui i belli delle emittenti televisive salentine devono essere obbligatoriamente donne o al massimo gay. Biondo scuro, fisico curatissimo, eccellente savoir faire, Pisacane non passa di certo inosservato a una conferenza stampa di settore e permette di non soffrire carenza di calcio alcuna anche alle più esigenti fra le appassionate leccesi del gioco più bello del mondo (in costante aumento, anche grazie alla costante opera di sdoganamento localmediatico dovuta a Silvia Famularo).

Ma la tendenza alla relativa bruttezza maschile non è l’unica che Matteo sovverte. Non so se avete presenti i servizi per TeleNorba di Mimmo Carulli, campione di cantilena alla Michele Mauri per i giovani della sua generazione. Carulli riesce ad adoperare la medesima inspiegabile ma prestigiosa cantilena che un Antonio Caprarica distillava da Buckingham Palace, mentre riflette sul riposizionamento in classifica del Surbo. Di fatto, Matteo non solo pronuncia le frasi che compongono i suoi servizi come se fossero (cosa che poi sono) sintatticamente e logicamente interconnesse. Ma riesce anche a consegnare loro un’espressività che è una gioia per le orecchie e un fondamentale sprone a sentire parlare di pallone anche per chi non fosse strettamente della partita.

L’inserimento in squadra di Pisacane completa il quadro che caratterizza questi giorni di straordinario spolvero, per l’emittente webtelevisiva di Gigi Rizzo. Che non si è fatta trovare impreparata in corrispondenza dell’annuncio ufficiale della candidatura alle primarie del centrodestra di questo raro cattomasaniello. Da sempre vivaio di giovani bellezze femminili, al punto che da alcuni leccesi viene confidenzialmente chiamata “DivaFuturaTv” – dal nome della casa di produzione cinematografica fondata nel 1983 da Riccardo Schicchi e Ilona Staller – la web tv di Rizzo rilancia sulle pari opportunità con la promessa di Pisacane.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

6 thoughts on “Matteo Pisacane, il nuovo volto di (Diva)FuturaTv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *