Il casting sperimentale di Sergio Rubini

Un provino a porte aperte per giovani attori non professionisti, svincolati dalle sovrastrutture degli studi di tecniche di recitazione per conferire maggior libertà di approccio alla parte. E’ il progetto del regista e attore Sergio Rubini, che cerca sei aspiranti attori, tre ragazzi e tre ragazze tra i 20 e i 25 anni, da inserire come protagonisti nella performance “La prima volta: davanti all’obiettivo” in programma il prossimo 28 settembre al teatro Petruzzelli di Bari.

Si tratta di un esperimento che il regista di Grumo Appula vuole portare avanti, dopo aver vissuto l’esperienza di un casting particolare, che ha portato alla scelta di giovani attori non professionisti per il suo film “Tutto l’amore che c’è” del 2000. “Ricordo che quel periodo di casting – spiega Rubini – venne vissuto tra i giovani come un vero e proprio evento: in più di seimila parteciparono a quegli incontri. Per quasi tutti si trattava del primo provino della loro vita. La prima volta davanti all’obiettivo. Una vera botta di adrenalina , come raccontavano i ragazzi , una specie di primo viaggio a occhi stretti sulle montagne russe.E non solo per loro. Anche io mi ritrovai a vivere un’esperienza straordinaria, dal punto di vista creativo e umano”.

Il mondo creativo di Sergio Rubini è caratterizzato anche da una forte dimensione di umanità. E’ per questo che  ha avviato questo tipo di casting, basato sulla spontaneità e l’improvvisazione. “Per riuscire a far risuonare le corde più intime di un non-attore – sostiene Rubini – e accedere al suo mondo, occorre necessariamente mettere in condivisione il proprio, dar vita a uno scambio umano intenso, ricco di emotività e di totale imprevedibilità. Il risultato è una performance non scritta, un’improvvisazione estemporanea, un vero e proprio happening”.

E il metodo di casting del regista pugliese ha funzionato, visto che ora Pierluigi Ferrandini, un ex “ non attore” è passato alla regia e lo aiuta nell’ambito del casting insieme a Francesco Lopez. “Posso dire – conclude Rubini – che entrambi sono cresciuti con me e io con loro. Per questo ho voluto che fossimo insieme a condurre quest’incontro al Politeama Petruzzelli; un palcoscenico che probabilmente incuterà timore a dei ragazzi alla loro prima volta, ma anche il luogo ideale per chi voglia mettersi in gioco pubblicamente”.

Saranno scelti 50 provinanti per partecipare alla serata della rassegna “Frontiere – La prima volta” in cui si inserisce il progetto di Rubini organizzato dalla casa di produzione cinematografica Oz Film. L’evento è in programma a Bari dal 21 settembre al 1° ottobre. Sei giovani aspiranti attori, invece, calcheranno il palco del Petruzzelli. La performance sarà interamente ripresa e i sei selezionati riceveranno, successivamente, la registrazione dell’evento da utilizzare come show-reel della loro“prima volta”.

I casting si svolgeranno il 29 e il 30 agosto (dalle 11 alle 14 e dalla 15 alle 18) al Cineporto di Bari (Fiera del Levante, Lungomare Starita, 1). I partecipanti possono presentarsi con cd contenente fotografie e curriculum vitae.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *