Aeroporti Puglia, si vola sempre più in alto

La strategia adottata negli ultimi anni da Aeroporti di Puglia nell’intensificare i collegamenti con i più importanti scali europei e stringere alleanze con le grandi compagnie low cost è risultata vincente.

Dal bilancio dell’anno 2010 presentato ieri dall’amministratore unico di AdP Domenico di Paola in una seduta congiunta diretta da Donato Pentassuglia, presidente della V commissione consiliare, alla presenza dell’assessore regionale al Turismo Silvia Godelli, è emerso un risultato nettamente positivo.

Gli aeroporti di Puglia possono infatti vantarsi di aver fatto registrare il maggior incremento di passeggeri in Europa nello scorso anno, grazie proprio all’aumento dei collegamenti che sono stati attivati con i maggiori aeroporti del continente e grazie agli accordi che sono stati stipulati con le compagnie aeree specializzate nel low cost. Ad iniziare dalla Ryan Air, che ha portato ad un incremento del Pil regionale stimato dello 0.8% pari a 290 milioni di euro e su cui si continua a puntare anche nel piano di sviluppo del prossimo quinquennio per rendere la Puglia sempre più meta di turisti stranieri.

Come spiegato dall’amministratore Di Paola, la collaborazione con Ryan Air sarà rafforzata anche attingendo ai fondi europei previsti dalla Misura 4.15 P.o. F.e.s.r. 2000-2006 e l’accordo prevederà il posizionamento di tre aeromobili della compagnia irlandesenegli aeroporti di Bari e Brindisi e il potenziamento della promozione della Puglia sul sito della compagnia.
La scelta di marketing fatta da Aeroporti di Puglia prevede infatti una maggiore visibilità delle offerte degli aeroporti pugliesi sul sito di Ryan Air che attualmente registra 15 milioni di visitatori al mese e 50 miliardi di pagine visualizzate all’anno.
Per il nuovo piano aziendale AdP, la Regione ha già stanziato nel bilancio preventivo 6 milioni di euro da utilizzare nei primi sei mesi.

Ma oltre al successo registrato da AdP sugli scali di Bari e Brindisi, su cui, come hanno sottolineato nel corso della riunione, ha influito decisamente anche l’aumento delle presenze turistiche in arrivo, sono emersi anche punti di debolezza, riguardanti soprattutto gli aeroporti di Grottaglie e Taranto, riguardanti l’inadeguatezza dei collegamenti bus con gli scali di Brindisi e Bari.
Per ovviare a questi disservizi AdP ha infatti presentato un progetto all’Assessorato regionale ai Trasporti con cui si tenta di migliorare la funzionalità e la quantità dei collegamenti.

Le problematiche relative al trasporto aereo in Capitanata sono state anche al centro di una specifica richiesta presentata dal consigliere regionale del Pd e presidente della Commissione Servizi sociali Dino Marino al presidente della V Commissione Pentassuglia per la convocazione di una riunione ad hoc, che dovrà seguire ad un confronto con i rappresentanti istituzionali, economici e delle associazioni del territorio.

Mentre una prossima seduta delle due commissioni consiliari sarà presto fissata proprio per discutere delle criticità legate alla situazione degli aeroporti di Grottaglie e Taranto.
A cusa dell’assenza di ieri da parte dell’assessore al ramo Guglielmo Minervini, è stato infatti deciso di rinviare la discussione in una seduta comune cui parteciparenno anche i Sindaci dei Comuni, delle Province e delle Camere di Commercio dei territori interessati.

“Il proposito è di fare il punto della situazione, con la partecipazione di tutti i soggetti istituzionali interessati, al fine di verificare le condizioni per un’eventuale rilancio degli aeroporti di Grottaglie e Foggia”, spiega il presidente della V Commissione Pentassuglia, anche in risposta ai dubbi espressi dal consigliere Marino riguardo alla circostanza di aver penalizzato gli scali minori a favore di Bari e Brindisi, come avvenut con gli accordi stretti con Ryan Air.

Valentina Serio

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *