Il compleanno di Cesare Vanini


Questa mattina l’associazione culturale “C’era una volta” ne combinerà un’altra delle sue, dopo l’atto di “bondage” della statua di Antonio Panzera nell’omonima piazzetta. Si tratta di festeggiare in modo degno il compleanno del filosofo Giulio Cesare Vanini, celebrato talmente poco, dal punto di vista iconografico, nel suo Salento, che l’unica raffigurazione pubblica del suo volto è uno dei busti della Villa Comunale. Il suddetto busto sarà decorato a festa (cappellini, trombette) e dotato di apposita torta con tanto di tre candeline che riporteranno la sua età. Un 4, un 2 e un 6. 426 sarebbero state troppe anche per la passione con cui lo studia Mario Carparelli (che sarà presente al party).

***

Come se ce ne fosse bisogno ha aperto un nuovo bar-ristorantino nel cuore di Lecce. Ed il bello è che forse davvero ce n’era bisogno, visto che è pieno zeppo di avventori fin dal primo giorno della sua inflazionata apertura. Si chiama “il Moro” ed è simile nell’arredamento alle scelte del suo dirimpettaio “Doppiozero”: solo, molto più rustico ed essenziale nei dettagli e nelle atmosfere. Dove “Doppiozero”, per dirla alla Sex and The City, è “country francese”, il “il Moro” è rustico salentino. Molto legno e molta informalità: si cena a tavoli vicinissimi fra loro, in modo da favorire la socialità e/o l’eventuale odio fra commensali.

***

Se siete tipi eccentrici – o almeno wannabe tali – non potete perdervi i saldi da Gallo, il piccolo negozio gestito come una grande cabina armadio dall’appassionatissima Donatella Fusaro. Fra l’altro è giusto di fronte alla boulangerie e fa da perfetto pendant a quell’altro segreto che molti insospettabili professionisti hanno, oltre a quello di indossare calze di cashmere color arcobaleno sotto un grigio completo da lavoro: mangiare a più non posso pizza barese unta e inconfessabile. Fra le proposte che non vi aspettate, sempre coi colori un po’ a casaccio che sono la firma del marchio Gallo, anche delle borse a bauletto che faranno la felicità delle vuittoniane annoiate.

***

Un bellissimo gatto di Lecce si chiama Lucio Lucignolo, ha un profilo Facebook tutto suo e abita intorno alla statua di Fanfulla. Come molti gatti, ma forse più di qualche altro collega un po’ viziato, gode di una sua vita completamente indipendente. Quando ha bisogno di un consulto veterinario, è capace di recarsi da solo presso lo studio della piazzetta Fanfulla. In altre occasioni, è stato solo dopo una serie di “tag” di sue foto su Facebook che i “suoi” hanno scoperto che, dopocena, Lucio si era recato a fare baldoria coi ragazzi della “Tipografia”, giusto un locale accanto a quello dei suoi affezionati padroni.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *